Home / Mercato Immobiliare / Io Compro Casa / Istituti di credito aprono il rubinetto per i nuovi mutui

Istituti di credito aprono il rubinetto per i nuovi mutui

mutui-usuraiChi ha bisogno di comprare casa e non può pagare in contanti, necessita generalmente di un mutuo e adesso avrà vita abbastanza facile, visto che è stato ritrovato un clima di fiducia nel settore.

Il clima di fiducia nel settore finanziario sta facendo girare bene la ruota nel settore edilizio. In pratica si sente molto vicina la ripresa e quindi anche le banche riescono a concedere un buon numero di mutui. Non parliamo a caso, naturalmente, ma sulla base di una ricerca combinata condotta nel semestre maggio-ottobre 2014 da Facile.it e da Mutui.it.

Questi due siti hanno registrato un aumento costante delle richieste di mutuo e in più è in crescita anche l’importo medio erogato dagli istituti di credito: più richieste e più consistenti. Questa la sintesi. Nell’ultimo semestre le banche hanno deciso di dare fiducia ai cittadini e di accogliere positivamente gli interventi della BCE volti alla promozione del credito alle famiglie.

GUIDA FOREX PER PRINCIPIANTI

www.doveinvestire.com

Scarica la guida tua guida gratuita al trading e agli investimenti online.
Scarica l'ebook ed inizia a fare trading con successo!

Mediamente sono stati erogati mutui per la casa con un importo di 114.000 euro, vale a dire il 7% in più rispetto all’ultima rilevazione. Ma le notizie positive non finiscono qua. Un’altra buona news riguarda la differenza tra la quantità di euro richiesta dagli italiani per il mutuo e la quantità di denaro effettivamente erogata. Questo gap si sta restringendo sensibilmente e oggi, a fronte di una richiesta media di 126.000 euro, se ne ottiene soltanto l’11% in meno. Quasi come nel 2013 quando la differenza era soltanto dell’8%.

Nel quadro positivo che si delinea con queste prime informazioni, non manca naturalmente l’aumento del loan to value che è il rapporto tra la cifra erogata e il valore dell’immobile. Nel semestre tra maggio e ottobre 2014 il loan to value è salito dal 44 al 49 per cento, probabilmente perché sono scesi del 3% i costi degli immobili per i quali si richiede un mutuo.

Continua la lettura dell’articolo su Io Compro Casa

Ti potrebbe interessare:

Mutui al minimo storico, è un buon momento per comprare casa

Tassi dei mutui casa al minimo storico e non c’è da meravigliarsi del grande ritorno del tasso fisso. È certamente un buon momento per comprare casa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.