Home / Mercato Immobiliare / Cambiare città per lavoro

Cambiare città per lavoro

Cambiare città per lavoro

Uno dei dilemmi più classici nella vita lavorativa di una persona è il seguente: se mi dovessero offrire un lavoro in un’altra città, accetterei? I parametri da valutare sono molti, e attraversano uno spettro molto variegato.

Come non pensare subito agli affetti e alle peripezie che, in base alla distanza, bisognerebbe affrontare per tornare nei week end nella propria città d’origine.

Rapporti con la famiglia, con gli amici e con il partner da gestire sono solo una parte dei problemi, e non il primo che dovreste affrontare. Il vero primo passo da fare sarà quello di trovare casa.

Internet però ci consente di gestire una parte di questa fase già da casa, magari anche prima di accettare il lavoro, per sondare la disponibilità di case e il prezzo medio degli affitti.

Apriamo un motore di ricerca e scriviamo una stringa che descriva ciò che ci interessa, per esempio, “affitti roma”, oppure “affitti milano”. Troverete tanti siti che riportano gli annunci delle agenzie e dei privati che descrivono le caratteristiche degli appartamenti disponibili. Più la città è grande più sarà la probabilità che la prima selezione che dovrete affrontare è quella del quartiere. Un’analisi sommaria dei prezzi di tutte le zone vicino al vostro futuro luogo di lavoro o di tutte le zone a loro collegate bene con i mezzi, potrà farvi capire se lo spostamento nella nuova realtà è affrontabile con il vostro stipendio.

È consigliabile prendere anche in considerazione, almeno per i primi tempi, l’idea di condividere una casa con altre persone, in modo da spartirsi le spese e continuare a cercare un’offerta conveniente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.