Home / Finanza Personale / Risparmio / Guadagno Risparmiando / Come far risparmiare le famiglie con bambini piccoli

Come far risparmiare le famiglie con bambini piccoli

Come far risparmiare Come risparmiare del denaro sulla spese giornaliera, mensile e annuale dedicata ai nostri figli? Tra capi di abbigliamento, accessori, spese mediche e costi dedicati all’igiene personale, la cifra sembra essere sempre più insostenibile, soprattutto quando si parla di pannolini. Come fare? Semplice, basta abolire i pannolini, come vuole un nuovo trend dedicato al risparmio.

Secondo il nuovo trend, infatti, una delle soluzioni più efficaci suggerita sarebbe quella di abbandonare l’uso dei pannolini e iniziare, fin da subito, a riconoscere i segnali giusti dei nostri piccoli per abituarli all’uso del wc o del vasino. La teoria, battezzata con il nome di “education communication” e molto comune nell’Oriente ma poco utilizzata in Europa e nelle Americhe, potrebbe far risparmiare alle famiglie una cifra davvero interessante che sarebbe destinata ad aumentare ogni anno a seconda degli aumenti già registrati nel campo della spesa dedicata all’infanzia.

GUIDA FOREX PER PRINCIPIANTI

www.doveinvestire.com

Scarica la guida tua guida gratuita al trading e agli investimenti online.
Scarica l'ebook ed inizia a fare trading con successo!

Secondo i dati comunicati da Federconsumatori nell’anno scorso e resi noti ora, nell’anno 2013, ogni genitore ha speso in un anno dai 648 ai 1.052 euro a bambino, una cifra molto importante che, se risparmiata, potrebbe effettivamente aiutare le famiglie a fare fronte alle spese giornaliere.

E così, se non è possibile abolire l’acquisto del passeggino, dei capi di abbigliamento (sebbene già le famiglie tentino di risparmiare molto approfittando di sconti, acquisti on line e acquisto di capi usati messi a disposizione da altre famiglie) e delle pappe, i genitori scelgono la strada empatica e pannolino-free. Che siate d’accordo o no con questa teoria, è comunque bene ricordare che fra passeggini, visite mediche e altri accessori, il mantenimento di un bambino nel suo primo anno di vita potrebbe costare, solo nel 2013, da 6.585 a 14.110 euro, una cifra importante che potrebbe essere tagliata del 10-15% abolendo l’uso dei pannollini e proponendo al piccolo l’uso del wc e del vasino, una soluzione che potrebbe essere iniziata già subito dopo la nascita del bebè.

Continua la lettura dell’articolo su Guadagno Risparmiando


Scarica gli ebook sul trading gratuiti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.