Home / Economia / Trading Borsa / Fare trading con i CFD

Fare trading con i CFD

plus500-confronto

Tra i diversi strumenti di trading più comunemente utilizzati per il trading online, ci sono sicuramente i CFD.

I CFD sono sempre più amati dai trader in quanto offrono una modalità innovativa e flessibile rispetto al trading convenzionale. Con i CFD si può scegliere su migliaia di mercati: azioni, indici, valute e materie prime.

C’è da chiarire che con i CFD l’investitore non acquista o vende l’azione, il futures o altri, ma il sottostante. Per esempio se si acquistano le azioni Enel CFD, non è acquistano le azioni Enel ma i corrispondenti CFD. In questo modo è possibile acquistare una parte solamente dell’azione e non l’azione completa.

Grande vantaggio che hanno i CFD nei confronti del trading tradizionale, è quello di poter aprire una posizione long (quindi di acquisto) se crede che il prezzo salga, mentre è possibile aprire una posizione short (vende allo scoperto) se credete che il prezzo scenda.

La maggior parte dei volumi dei CFD si concentra sui circuiti di negoziazione gestiti dai broker. In pratica il trader impartisce l’istruzione di acquisto/vendita al broker attraverso la piattaforma di trading. I titoli vengono tenuti nel portafoglio dal broker come copertura del contratto CFD che ha venduto al cliente.

Altro grande vantaggio dei CFD è quello di poter utilizzare la leva finanziaria e muovere un controvalore sul mercati maggiore di quello disponibile. La leva per quanto utile per raggiungere profitti elevati, comporta un rischio maggiore. Tuttavia l’effetto leva rimane uno dei punti di forza del trading con i CFD e se ben gestito può rendere la vostra operatività più efficiente.

Oltre ai vantaggi offerti dal trading sui CFD, non bisogna dimenticare il rischi che comporta. Il rischio principale è il rischio di mercato perché il contratto è disegnato in modo tale da pagare la differenza tra il prezzo di apertura e quello di chiusura. I CFD sono negoziati a margine e l’effetto leva aumenta il rischio notevolmente. Le quote di margine sono solitamente basse e di conseguenza con una piccola somma è possibile aprire una posizione molto grossa. E’ proprio questo tipo di rischio che spinge all’uso dei CFD, per speculare sui movimenti del mercato oppure per proteggere altre posizioni aperte. Uno dei modi per diminuire il rischio di mercato è utilizzare gli stop loss. Senza lo stop loss, il trader corre il rischio di perdere più di quanto ha depositato nel conto se il mercato gira contro di lui.

Per fare trading con i CFD è necessario aprire un conto con un Broker che metterà a sua volta a disposizione la propria piattaforma per fare le operazioni.
Sono molti i broker oggi che offrono il trading sui CFD, uno di questi è Plus500 che offre ai propri iscritti:

  • nessuna commissione o canone mensile;
  • la negoziazione con CFD sulle azioni, le materie prime, gli indici, Forex e criptovalute;
  • leva finanziaria
L’80.6% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questi fornitori. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Ti potrebbe interessare:

Come guadagnare online uno stipendio

Sono molti i metodi per guadagnarsi da vivere oggi giorno. Una di questi è sicuramente il trading, dove appunto semplicemente da casa con un computer e una connessione internet è possibile guadagnare online anche molto più di uno stipendio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.