Home / Economia / Senza Soldi / Detrazioni sulla riqualificazione energetica degli edifici

Detrazioni sulla riqualificazione energetica degli edifici

detrazioni-riqualificazione-energeticaIl Ministero dello Sviluppo Economico dal 2005 ha stanziato fondi per promuovere l’installazione di impianti fotovoltaici, con i finanziamenti che sono andati a far parte del famoso Conto Energia, giunto ormai alla quinta generazione, che fornisce contributi ai produttori di energia sostenibile.

I proprietari di un impianto fotovoltaico già collegato alla rete elettrica che soddisfino i requisiti possono inviare la domanda per avere la tariffa incentivante direttamente al GSE (Gestore Servizi Energetici), che avrà una durata di 20 anni.

GUIDA FOREX PER PRINCIPIANTI

www.doveinvestire.com

Scarica la guida tua guida gratuita al trading e agli investimenti online.
Scarica l'ebook ed inizia a fare trading con successo!

Il meccanismo in questione praticamente ripaga l’investimento dell’installazione, permette di avere l’azzeramento della bolletta ed alla fine permette anche di trarre dei guadagni. Infatti il proprietario sceglie se cedere l’energia immessa in rete al GSE, che la paga ad un prezzo minimo garantito o a un prezzo medio di mercato. Il Quinto Conto Energia è attivo da agosto 2012, il totale degli incentivi distribuiti sarà di 6,7 miliardi di euro.

Invece per quel che concerne le detrazioni, fino al 30 giugno 2013 si potranno richiedere detrazioni Irpef e Ires al 55% sulle spese sostenute per la riqualificazione energetica degli edifici. Il Ministero dello Sviluppo Economico ha effettuato questa proroga in deroga alle precedenti scadenze proprio di recente. Secondo quanto stabilito dal provvedimento i bonus non possono essere cumulabili con altre agevolazioni fiscali.

Dopo la scadenza del giugno del 2013 le detrazioni destinate ai privati saranno al 50% sia per la riqualificazione energetica sia per le normali ristrutturazioni edilizie. Dopo aver ristrutturato l’edificio si può farne valutare l’efficienza energetica con la certificazione di efficienza energetica, che è obbligatoria per legge e costa in media 250 euro.

Continua la lettura dell’articolo su Senza Soldi


Scarica gli ebook sul trading gratuiti

Ti potrebbe interessare:

Consigli per risparmiare energia elettrica

Quando si parla di risparmio energetico viene subito in mente l’impianto fotovoltaico, ma questo non ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.