Home / Economia / Investire Oggi Info / Regole e diritti dei cane in spiaggia

Regole e diritti dei cane in spiaggia

regole-cane-spiaggiaA molti di noi sarà capitato, almeno una volta nella vita, di frequentare delle spiagge con i nostri amici a 4 zampe e suscitare le proteste di bagnanti e altri frequentatori non entusiasti all’idea di dividere la battigia con questi animali. A differenza di ciò che comunemente pensa la gente, esiste una carta di diritti e doveri che vale la pena conoscere per evitare simili inconvenienti e godersi mare e sole in tutta tranquillità con i nostri piccoli accompagnatori.

Regole non scritte, si intende, ma comunque valide a tutti gli effetti su qualsiasi spiaggia del Bel Paese.

Per prima cosa è necessario sapere che le spiagge pubbliche sono da considerarsi tali anche per gli animali, in assenza di un divieto che ne espliciti la loro esclusione in maniera chiara e inconfutabile. Nessuno, bagnanti e bagnini compresi, possono intimarvi di lasciare la spiaggia senza motivo, a meno che non si tratti delle forze dell’ordine, che comunque dovranno informarvi della presenza del divieto.

Se il rappresentante della forza pubblica in questione si rifiutasse di mostrarvi il divieto, chiedete il numero di matricola e inviate una raccomandata a o un fax all’Arma di riferimento per raccontare la vostra esperienza. Se la ragione è dalla vostra parte, il reato che potrebbe scattare nei confronti dell’ufficiale è omissione di atti d’ufficio.

GUIDA FOREX PER PRINCIPIANTI

www.doveinvestire.com

Scarica la guida tua guida gratuita al trading e agli investimenti online.
Scarica l'ebook ed inizia a fare trading con successo!

Se invece a protestare ingiustificatamente sono gli altri avventori, sappiate che potreste procedere con una bella denuncia per molestie…

Se vi siete malauguratamente imbattuti in un rappresentante delle forze dell’ordine o della capitaneria di porto restio a qualsiasi tentativo di dialogo e vi siete beccati una bella multa, è sempre possibile mettere per iscritto quanto avvenuto e contestare il provvedimento davanti a un giudice (ovviamente se la situazione lo consente).

La cosa fondamentale prima di recarsi in spiaggia è munirsi di sacchetto e paletta per raccogliere i bisognini del vostro cane e una bottiglietta d’acqua da versare sulla pipì.

Sia che vi troviate in una spiaggia libera o in uno stabilimento privato dove i divieti di accesso con animali non siano regolarmente pubblicizzati, ricordate che andare al mare con il vostro cane è un diritto che nessuno può negarvi.

Quest’anno, inoltre, l’Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente promuove una campagna dal titolo ‘libero cane, libera spiaggia’ nata proprio con l’obiettivo di tutelare i diritti legali dei cani sulle spiagge italiane. Per ricevere una consulenza gratuita o richiedere informazioni, basta scrivere all’indirizzo tribunaleanimali2@libero.it o telefonare al +39 392 6552051, tutti i giorni dalle 13 alle 15 (dal 1/6 al 30/9 2013).

Al mare con fido? Si può, eccome!

Continua la lettura dell’articolo su Investire Oggi Info


Scarica gli ebook sul trading gratuiti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.