Home / Economia / Investimenti Sicuri Info / Si studia una prorogare delle detrazioni fiscali per efficienza energetica e ristrutturazione edilizia

Si studia una prorogare delle detrazioni fiscali per efficienza energetica e ristrutturazione edilizia

proroga-detrazioni-fiscali

Il nuovo ministro dello Sviluppo economico Flavio Zanonato ha detto che il Governo sta lavorando per cercare di prorogare il bonus del 55% per l’efficienza energetica.

Se la proroga non ci sarà, la detrazione fiscale del 55% prevista per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici resterà valida fino al 30 giugno 2013.
Dal 1° luglio per gli stessi interventi sarà ripristinata la precedente detrazione del 36% sulle spese sostenute per eseguire gli interventi.

Le parole del ministro Zanonato però fanno ben sperare: “La detrazione costa allo stato circa 300 milioni l’anno. Il Governo è già impegnato per reperire le risorse necessarie a rifinanziare l’agevolazione fiscale. Da mesi infatti tutti gli operatori del settore costruzioni ne chiedono la proroga e anche l’ampliamento per includere gli interventi di consolidamento antisismico. Il Governo vorrebbe provare a recuperare 300 milioni di euro all’interno del bilancio, quindi si potrebbe ipotizzare per ora una proroga di un anno del bonus fiscale.

L’eventualità di una conferma della detrazione 55% assume grande valore in questo periodo di crisi dell’economia italiana e di conseguente difficoltà del settore immobiliare e delle costruzioni. Dal ministero dello Sviluppo economico hanno poi precisato che si sta procedendo anche nella direzione di una proroga per la detrazione fiscale del 50% sugli interventi di ristrutturazione edilizia.
Agevolazione non citata dal ministro Zanonato perché di competenza del ministero delle Infrastrutture. Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi e il suo staff hanno precisato che la detrazione fiscale 50% per il settore abitativo è una “priorità assoluta” dell’agenda di Governo.

Ma vediamo a chi si applica l’agevolazione fiscale:

  • riqualificazione energetica di edifici esistenti
  • interventi su involucri di edifici
  • installazioni di pannelli solari
  • lavori per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale

GUIDA FOREX PER PRINCIPIANTI

www.doveinvestire.com

Scarica la guida tua guida gratuita al trading e agli investimenti online.
Scarica l'ebook ed inizia a fare trading con successo!

Riqualificazione energetica di edifici esistenti, cioè tutti quegli interventi che consentono di raggiungere un indice di prestazione energetica nella climatizzazione invernale che non superi i valori stabiliti dal decreto 11 marzo 2008 del ministero dello Sviluppo economico. I valori in questione sono visibili anche sul sito dell’Agenzia delle Entrate che nella guida “Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico” ha pubblica in appendice le tabelle sugli indici di prestazione energetica.

Per gli interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti il valore massimo della detrazione fiscale è 100.000 euro. In questo settore non esiste un elenco dei lavori e degli impianti che vanno realizzati per raggiungere l’indice di prestazione energetica. Pertanto della categoria può rientrare ogni intervento, o insieme di interventi, che risponda alla norma suddetta e permetta quindi di raggiungere una maggiore efficienza energetica dell’edificio.
Questa categoria di interventi è stata definita in funzione dell’obiettivo piuttosto che del tipo di intervento: l’importante è che si riduca il fabbisogno annuo (quantità di energia primaria necessaria per mantenere la temperatura di progetto negli ambienti riscaldati, con un regime di attivazione continuo) di energia per la climatizzazione invernale e si soddisfi il valore sancito dalla norma.
Gli indici di risparmio energetico non sono uguali per tutti i tipi di edifici e di zone. Gli indici vanno calcolati in base al fabbisogno energetico dell’edificio intero, non delle sue parti. Si ottengono sulla base di:

  • categoria di classificazione dell’edificio
  • rapporto di forma dell’edificio
  • zona climatica di appartenenza

Gli indici di prestazione energetica possono essere raggiunti anche realizzando altri tipi di interventi agevolati.


Continua la lettura dell’articolo su Investimenti Sicuri Info


Scarica gli ebook sul trading gratuiti

Ti potrebbe interessare:

Consigli e cosa non fare per accedere alle detrazioni fiscali

La legge di stabilità per il 2014 ha prorogato all’intero anno la possibilità di svolgere ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.