Home / Economia / Fare Forex / Il prelievo forzoso è un pericolo per tutti

Il prelievo forzoso è un pericolo per tutti

Il prelievo forzoso è un pericoloEuro in deciso calo a inizio mattinata nei confronti delle principali valute internazionali di riferimento e, in particolar modo, contro dollaro statunitense e yen. La caduta (“brusca e disordinata” – come l’ha definita l’agenzia di stampa Reuters) si sta concretizzando con una correzione di oltre due punti percentuali dopo i dettagli sulle condizioni per il piano di salvataggio imposto a Cipro, che prevede – tra le righe del sacrificante documento – anche un prelievo forzoso sui conti bancari.

Il prelievo forzoso, simile a quello che l’Italia ebbe modo di sperimentare nella prima parte degli anni ’90 – è pericoloso per due motivi. Il primo è che si concretizza per percentuali che sfiorano il 10%, andando in tal modo a gravare in maniera straordinariamente dannosa per le tasche dei cittadini ciprioti. Il secondo è invece che il prelievo forzoso, “sponsorizzato” dall’Ue, rischia di creare un precedente facilmente adottabile in altri Paesi comunitari.

GUIDA FOREX PER PRINCIPIANTI

www.doveinvestire.com

Scarica la guida tua guida gratuita al trading e agli investimenti online.
Scarica l'ebook ed inizia a fare trading con successo!

“La richiesta dei creditori internazionali, gli stessi artefici del salvataggio irlandese, portoghese e greco, coglie il mercato decisamente in contropiede” – affermava ancora l’agenzia – “In attesa che il parlamento di Nicosia si riunisca, le banche cipriote resteranno chiuse per evitare una massiccia fuga di capitali e i politici si sforzeranno di ottenere un ammorbidimento delle condizioni chieste dai partner internazionali”.

“Su Cipro restano ancora punti poco chiari ed è per questo che al momento nessuno è intenzionato ad acquistare euro, per lo meno nel corso della sessione di Tokyo e Londra” osserva Masashi Murata, strategist per Brown Brothers Harriman a Tokyo, dalle pagine di Reuters.

Il timore, che già qualcuno paventa in maniera trasparente, è che in alcuni Paesi ai confini dell’eurozona (l’Italia è tra questi), gli esecutivi decidano di intervenire direttamente sui propri conti andando a prelevare direttamente dai conti correnti dei privati. Che si tratti di un patema esagerato, o di una triste previsione, lo sapremo tra qualche mese.

Continua la lettura dell’articolo su Fare Forex

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.