Home / Economia / Ego International lancia segnali d’allarme per la vendita di automobili in Cina

Ego International lancia segnali d’allarme per la vendita di automobili in Cina

Dopo 20 di crescita costante, cala il fatturato di automobili in Cina. Un calo che si estende sia per quanto riguarda l’export che le vendite interne. E’ quanto emerso dati raccolti da Ego International che ha confrontato i dati attuali con quelli dell’anno precedente.

Un calo superiore al quattro percento dovuto principalmente dall’innalzamento dei tassi di interesse, il taglio delle agevolazioni per l’acquisto di auto e l’impennata dei costi delle materie prime, in particolare di acciaio ed alluminio.

L’aumento del fatturato per l’export di veicoli commerciali, e sopratutto le vendite di auto elettriche (+61,7%), non basta a colmare il rallentamento di tutto il comparto. Grandi difficoltà per i grandi Brand come General Motors e Ford in piena ristrutturazione, mentre Fiat Chrysler preoccupa i mercati a causa di un calo delle vendite del diesel.

Ego International stima che questo rallentamento posso persistere per tutto il 2019 se sui mercati non apportino dei cambiamenti interni drastici anche se difficili da intraprendere.

Difficilmente la grande crescita dei numeri di auto elettriche potrà risollevare la vendita di automobili in Cina, ma di certo sarà in grado di portare una ventata d’aria fresca al mercato automobilistico generale.

Nell’attesa di vedere i numeri in crescita, buone notizie arrivano proprio dal governo cinese che ha comunicato l’intenzione di ridurre la tassazione per quanto riguarda auto ed elettrodomestici per spingere così i consumatori di aumentare la spesa.

Maggiori dettagli e un apprendimento sul tema del fatturato di automobili in Cina a questo link www.money.it/Ego-International-fatturato-automobili-Cina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.