Home / Economia / Economia per tutti / Il sistema previdenziale italiano è allo sfascio

Il sistema previdenziale italiano è allo sfascio

pensioni in italiaLo si dice da anni, ed ora perfino i vertici lo confermano. Negli ultimi anni il sistema ha rischiato di implodere e sono stati necessari più interventi per evitare il massacro. Da ultime le riforme Maroni e Fornero.

La popolazione invecchia e i giovani non trovano lavoro. La situazione è oramai paradossale, tanto che il numero di pensionati è quasi pari a quello dei lavoratori con un’incidenza sui conti pubblici molto sensibile.

A livello nazionale ogni 100 lavoratori si riscontrano 71 lavoratori. La media cresce sensibilmente in Sud Italia arrivando a 82 pensionati ogni 100 lavoratori (66 su 100 al Nord). L’Istat annuncia che la spesa previdenziale ammonta al 17% del prodotto interno lordo. Un costo esorbitante per lo Stato italiano, che già naviga in acque finanziarie poco tranquille.

GUIDA FOREX PER PRINCIPIANTI

www.doveinvestire.com

Scarica la guida tua guida gratuita al trading e agli investimenti online.
Scarica l'ebook ed inizia a fare trading con successo!

Ma come stanno i pensionati italiani? Mediamente male, considerando che secondo l’istituto di ricerca ben il 13,3% riceve meno di 500 euro al mese. Il 30,8% dei pensionati invece si trova nella fascia 500-1000 euro/mensili, il che non li fa sicuramente dormire sogni tranquilli.

Dati significativamente diversi tra pensione civile e sociale. Sono molti i percettori di pensioni sociali (quelle pagate a chi non ha versato contributi previdenziali), tra i quali il 76% percepisce meno di 1.000 euro. Meglio la situazione per le pensioni sociali, con il 26,6% sotto i 500 euro ed il 40% sotto i 1.000.

Esistono poi differenze anche tra uomini e donne, infatti tra i percettori di reddito pensionistico di 1.500 euro rientrano il 44,2% degli uomini ed il 21,9% delle donne. Una divergenza significativa.

Tra le categorie di lavoratori ai vertici si trovano i dipendenti del settore aereo, con una media pensionistica di 3.500 euro seguiti dagli impiegati dei telefonici ed elettricisti con una media rispettivamente di 1.986 e 1.938 euro. I pensionati italiani sono distribuiti in più fasce d’età. La maggior parte si trovano tra i 65 ed i 79 anni (16,7 milioni).

Continua la lettura dell’articolo su Economia per tutti


Scarica gli ebook sul trading gratuiti

Ti potrebbe interessare:

Quali sono i prodotti di investimento consigliabili per una persona anziana?

Maggiore è l’età dell’investitore, maggiore dovrebbe essere la “liquidabilità” del prodotto, per poter far fronte a spese impreviste immediate della vita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.