Home / Economia / Dove Investire / Finalmente i primi tagli dello spread da parte delle banche

Finalmente i primi tagli dello spread da parte delle banche

Sembrano arrivare buone notizie sul fronte dei mutui e nello specifico, sui tagli dello spread da parte delle banche italiane.

La notizia giunge in seguito all’iniezione di liquidità da parte della Banca Centrale Europea, la quale, ha permesso ai tassi di interesse di scendere fino ai minimi storici, dando anche respiro a chi è alla prese del pagamento di un mutuo.

Gli analisti sono convinti che questa mossa potrebbe far cambiare la situazione e le banche si decideno a dare accesso al credito sia a famiglie che alle imprese.

Ricordiamo che negli ultimi mesi, per chiunque volesse richiedere un mutuo, ha riscontrato non poche difficoltà, ora però le banche italiane sembrano aver finalmente deciso di tagliare gli Spread, almeno in parte, rendendo così più agevole l’accesso al credito.

GUIDA FOREX PER PRINCIPIANTI

www.doveinvestire.com

Scarica la guida tua guida gratuita al trading e agli investimenti online.
Scarica l'ebook ed inizia a fare trading con successo!

Pensate che ad oggi la media dello spread applicato dalle banche è del 3,5%. Questo valore dovrebbe scendere, nel giro di poche settimane, al di sotto dei tre punti percentuali.

Alcune banche hanno già applicato questi ribassi come ad esempio Cariparma, Bnl-Bnp Paribas e Webank che hanno ridotto lo spread al di sotto ai tre punti percentuali.

In questa fase per chi volesse scegliere un nuovo mutuo, la scelta potrebbe essere quella di un mutuo a tasso variabile, in quanto al momento sembrano particolarmente interessati essendo l’euribor ai minimi storici. L’unica pecca è rappresentata dalle oscillazioni dell’Euribor stesso, che non offre garanzie, anche se gli analisti giurano una stabilità su questi livelli per ancora molto tempo.

Continua la lettura dell’articolo su Dove Investire

Ti potrebbe interessare:

Comprare casa o andare in affitto? Che fare oggi?

Per la casa è meglio comprarne una con un mutuo, oppure vivere in affitto? Ebbene, ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.