Home / Economia / Finanzablog.it / Il compianto per Steve Jobs, l’uomo che fondò due volte Apple

Il compianto per Steve Jobs, l’uomo che fondò due volte Apple

Steve Jobs, Ceo of Apple

L’altro giorno, leggendo questo articolo di Wired su Steve Jobs, “il miglior amministratore delegato del mondo”, mi ero ritrovato a condividere in buona parte il contenuto, ma avevo anche pensato che suonasse troppo da “compianto”. E in effetti era tristemente così.

Ognuno può ricordare Jobs per molte delle cose che ha fatto e per gli oggetti con cui, in qualche modo, ha cambiato il nostro mondo, sia quando ha innovato completamente – come con i primi Apple costruiti insieme a Stephen Wozniak – sia quando ha ripensato prodotti che esistevano già, come il lettore mp3 e il tablet, cio l’iPod e l’iPad, o il cellulare, l’iPhone, trasformando in qualcosa di nuovo.

Steve Jobs, la Galleria di foto

Steve Jobs, Ceo of AppleSteve Jobs, Ceo of AppleSteve Jobs, Ceo of AppleSteve Jobs, Ceo of AppleSteve Jobs, Ceo of Apple

Ad ogni modo, la grandezza di Jobs è consistita anche nell’aver saputo convincere della bontà delle sue intuizioni un pubblico sempre più vasto e nell’essere riuscito prima a creare una compagnia come Apple e poi – a oltre dieci anni di distanza dalla “cacciata” – nell’essere tornato per salvarla dal declino e farla diventare la compagnia numero uno per dimensioni nel settore della tecnologia e poi la compagnia quotata con la maggiore capitalizzazione al mondo.

Nel frattempo Jobs, figlio di un padre siriano-americano ma adottato da una famiglia californiana, aveva fondato una nuova compania di computer, Next, e la Pixar che in qualche mondo ha risollevato le sorti della più nota industria dei cartoni animati e dei fumetti, la Disney.

Qual è, secondo molti osservatori, il rischio che devono evitare i suoi successori? In qualche modo, come si legge da più parti in questi giorni, quello di fare l’errore che analogamente fecero alla Disney dopo la morte del fondatore: restare chiusi in una sorta di culto della memoria ed essere incapaci di cambiare rispetto alle strade intraprese dal guru. In una parola pensare sempre a “come avrebbe fatto Jobs”.

La grandezza di Steve Jobs come capo azienda è stata proprio questa: essere in grado di innovare, di cambiare strada anche quando le cose andavano bene e, almeno negli ultimi anni, di non lasciarsi cullare dai successi e tentare sempre nuove vie. La capacità di innovare, anche e soprattutto quando tutto va bene come nel passaggio dall’iPod all’iPhone e poi all’iPad è il più grande lascito che Jobs ha donato alla sua azienda e un po’ a tutti noi. I suoi successori dovranno ricordarsi soprattutto di questo.

Quanto alla persona e al suo valore basta leggere ciò che ne scrivono quelli che lo hanno conosciuto. Nella galleria di foto ce lo vogliamo ricordare giovane e pieno di entusiasmo e di progetti da realizzare: in fondo è rimasto sempre così.

Il compianto per Steve Jobs, l’uomo che fondò due volte Apple é stato pubblicato su Finanzablog.it alle 09:17 di venerdì 07 ottobre 2011.



Continua la lettura dell’articolo su Finanzablog.it

Ti potrebbe interessare:

Strategie, metodi, tecniche per fare trading sulle valute

Quando si decide di prendere parte al mercato valutario, noto anche come Forex, si vuole ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *